02/10/2014  
“Chi non è con Me, è contro di Me, disse Gesù”  
  (Luca 11:23)  
Gesù disse queste parole dopo aver guarito un malato. Come già altre volte, anche questo miracolo aveva suscitato in mezzo alla folla reazioni contrastanti. Alcuni si erano stupiti, ma poi Lo avevano lodato, altri Lo avevano criticato. Potrebbe sembrare che, con queste parole, Gesù si limitasse a prendere atto della situazione: alcuni erano con Lui, altri erano contro di Lui. In realtà stava dicendo qualcosa di diverso. C’era, infatti, la possibilità che qualcuno non si fosse schierato apertamente né con gli uni né con gli altri, e avesse deciso di sospendere il giudizio su di Lui. Proprio a queste persone Gesù si rivolse, spiegando che una posizione di neutralità non era possibile; infatti, chi ha scelto di non schierarsi dalla Sua parte, ha in realtà deciso di essere Suo avversario, con tutte le conseguenze che ciò comporta per lui. O sei con Gesù o sei contro di Lui. Non c’erano allora, e non ci sono tuttora, altre possibilità. Io ho scelto di stare dalla Sua parte, e tu? - a.m.r.  
     
     
     

Utenti connessi

 5 visitatori online
Banner